150° libri - IL GATTOPARDO

È difficilissimo trovare il libro più rappresentativo dell’unità nazionale. Più che in altre discipline artistiche e culturali, la storia della letteratura italiana contiene opere numerose che descrivono in misura sublime e con storie degne il nostro Paese. Pensiamo soltanto ai due romanzi fondanti del Risorgimento: I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni e Le confessioni di un italiano di Ippolito Nievo. E come dimenticare la forza di poeti antichi come Dante o Petrarca, o di altri autori come Alfieri, Foscolo, Leopardi.

CATENE (Raffaello Materazzo) - 1949

È un film melodrammatico che riproponeva la fama quasi divistica di Amedeo Nazzari al quale fu affiancata l’attrice greca Yvonne Sanson. Amedeo Nazzari (pseudonimo di Amedeo Carlo Leone Buffa, cagliaritano e simbolo iconografico per tanti uomini italiani dell’epoca) cominciò la sua carriera artistica in alcune filodrammatiche romane e introdotto al cinema prima da Elsa Merlini e poi da Anna Magnani nel 1936, con il film Cavalleria che fu un grande successo di pubblico.

I PROMESSI SPOSI Alessandro Manzoni (1840)

I PROMESSI SPOSI

È il romanzo fondativo della letteratura italiana "moderna", pur appartenendo al movimento letterario del romanticismo, ed essendo nato costitutivamente nel periodo storico del Risorgimento. Alessandro Manzoni racconta la storia di Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, due personaggi umili che vivono vicino Lecco, sul lago di Como, negli anni tra il 1628 e il 1630. Tutto è pronto per il loro matrimonio, ma Don Rodrigo, un uomo di potere di provincia, decide di opporsi perché vuole la bella Lucia per sé.

Mole Antonelliana (1889), Alessandro Antonelli

Antonelli lavorò soprattutto in Piemonte per opere private e pubbliche, ma curò anche i piani regolatori di Ferrara e Novara. La Mole Antonelliana è stato il suo progetto più ambizioso e importante e per molto tempo, con i suoi 167 metri e mezzo, è stato l’edificio più alto d’Europa. La caratteristica della Mole è la cupola di forma piramidale che termina con una cuspide e le nervature in ferro hanno permesso la massima tensione della muratura. Stilisticamente ha aspetti gotici, quindi è sviluppato su grandi altezze la cui solidità è garantita da buone caratteristiche costruttive.