150° canzoni – NEL BLU DIPINTO DI BLU

Nel 1958 Domenico Modugno vinse il Festival di Sanremo con una canzone che era un inno alla fantasia e alla gioia di vivere. Uno squarcio innovativo nel mondo della canzone leggera che ribaltò il modello delle canzoni del periodo, legate in maniera sempre tradizionale ai temi d’amore più stantii, come ad esempio la canzone Edera della “matura” Nilla Pizza che era un monumento al passato ed era il brano ultra-favorito di quella edizione del Festival.

SENSO (Luchino Visconti) - 1954

SENSO

Al centro di questo melodramma patriottico e ideologico c’è il tradimento per amore della causa italiana contro l’occupante austriaco perpetrato dalla contessa Livia Serpieri (Alida Valli) che cede i soldi dei patrioti al tenente austriaco Franz Mahler. Ma una volta che la contessa veneta scopre che il tenente austriaco ha usato quei soldi per spassarsela e non per evitare la ferma militare, lo denuncia come traditore dell’impero austrounagarico, lasciando così che venga fucilato.

LA COMPAGNIA DEI CELESTINI, STEFANO BENNI (1992)

Stefano Benni è forse il più importante scrittore umoristico italiano degli ultimi decenni del Novecento. Ispiratosi anche ad altri scrittori europei, come Daniel Pennac, ha un modo di scrivere parodistico e, attraverso un lessico stravagante e inventivo ha ironizzato in maniera molto accesa contro la società italiana del nostro tempo. È stato autore per Beppe Grillo e regista di un lungometraggio Musica per vecchi animali.

Il soffio sull’angelo (1997), Studio Azzurro

Si entra in una specie di scena scura. Ci si avvicina a una piuma bianca che sembra restare immobile nello spazio della stanza, si soffia e intorno a noi arrivano gli angeli: voci, musiche, rumori, presenze, luci, immagini. Studio Azzuro è uno dei gruppi artistici più interessanti e innovativi che l’Italia abbia dato al mondo internazionale dell’arte e della video arte.