Gazzetta dello Sport

Gazzetta dello Sport

La Gazzetta dello Sport, fondato il 3 aprile 1896 a Milano, è il primo giornale sportivo italiano ed europeo, e uno tra i più diffusi quotidiani di sempre. Gioia e dolore dell’impiegato nell’era pre-internet, il lunedì veniva setacciata in tutte le sue pagine rosa per capire i motivi della vittoria o della sconfitta della squadra calcistica del cuore. Se oggi la Gazzetta si occupa prevalentemente di calcio, in origine era stata fondata da azionisti che avevano le fabbriche e i maggiori interessi nel settore ciclistico e automobilistico.
Nel tempo, assecondando la grande ascesa popolare del gioco del pallone, la Gazzetta si è sempre più impegnata nella cronaca calcistica, dedicandole gran parte della sua foliazione, fino a lanciare, nell’ultimo decennio anche il gioco del “Fantacalcio”, dal meccanismo appassionante per cui ciascuno può costruirsi la sua squadra utilizzando i giocatori di tutte le squadre del campionato di serie A, combinandoli a piacimento. Attraverso un elaborato metodo di calcolo dei meriti dei propri giocatori, desunti dalla pagelle domenicali, si vince o si perde e si scala la classifica.
La Gazzetta dello Sport non manca però di occuparsi anche di ciclismo, motociclismo e automobilismo, soprattutto di Formula 1. E nel settore del ciclismo è da sempre associata al Giro d’Italia, di cui è anche promotore e organizzatore ufficiale. I primi direttori del giornale (che lo fondarono anche) furono Eugenio Camillo Costamagna ed Eliso Rivera, mentre tra i più importanti citiamo Vittorio Varale, Emilio Colombo, Gianni Brera, Gualtiero Zanetti, Candido Cannavò.
Gli altri quotidiani italiani dedicati interamente allo sport sono Tuttosport di Torino e Il Corriere dello Sport – Stadio di Roma.