Nutella

Nutella

Il regista Nanni Moretti si ritrova davanti a un enorme barattolo di oltre un metro di altezza riempito di Nutella, nel film Bianca, in una seduta notturna dove spalma la crema sopra alcune fette di pane e mangia, cercando così di rimediare a un improvviso attacco di tristezza. L’uso della Nutella è molteplice: si può mangiare direttamente dal barattolo col cucchiaino o con un dito; si può spalmare sul pane (per i più golosi anche insieme al burro); si può mettere dentro una crepe calda; si può gustare dentro una brioche; alcuni gelatai la usano per fare il gusto nutella del gelato. Sponsor ufficiale della Nazionale di calcio italiana è forse il prodotto più famoso e di successo della ditta Ferrero. È una pasta di cioccolato gianduia composta con pasta di nocciole. Fu Pietro Ferrero, nel 1946, a produrre la prima “Pasta Giandujot”, che nel 1951 cambiò nome in Supercrema e nel 1963, ad opera di Michele Ferrero, diventò la Nutella (da “nut”, il nome inglese di nocciola), commercializzata in tutta Europa. Negli anni Settanta l’azienda Star mise in commercio una pasta spalmabile simile, chiamata “Ciao Crem”, che ebbe un certo successo.
Sono state molte le pubblicità della Nutella e tanti gli slogan con le quali è stata promossa, dei quali il più famoso è stato: “Che mondo sarebbe senza Nutella?”. Nel giugno 2010 il Parlamento Europeo ha messo al bando la Nutella, come alimento contenente molti grassi, ma i produttori e le istituzioni italiane si sono ribellate a questo provvedimento, difendendo la Nutella come alimento sano e nazionale.