Film

MIMÌ METALLURGICO FERITO NELL’ONORE (Lina Wertmuller) - 1972

MIMÌ METALLURGICO FERITO NELL’ONORE

Anche questo film, come gli altri di Lina Wertmuller, è esemplare per il genere che potremmo definire commedia grottesca. Da qui in poi Giancarlo Giannini individuò il carattere attoriale di un personaggio velleitario, risentito e balordo che ne fece un’icona popolare per qualche anno, e la bravissima Mariangela Melato seppe descrivere i lineamenti di una donna a volte libera e moderna, a volte snob e compressa.

C’ERAVAMO TANTO AMATI (Ettore Scola) - 1974

C’ERAVAMO TANTO AMATI

Trent’anni di storia italiana raccontati attraverso la vita di tre amici che avevano fatto insieme la lotta partigiana e dopo la guerra si dividono: Gianni (Vittorio Gassman) torna a studiare legge a Pavia, Antonio (Nino Manfredi) riprende il mestiere di portantino in ospedale a Roma, Nicola (Stefano Satta Flores) torna a insegnare a Nocera Inferiore. Le tre vicende sono molto diverse una dall’altra e dimostrano le differenze di opportunità dei vari ambienti familiari, territoriali e socio-economici.

AMICI MIEI (Mario Monicelli) - 1975

AMICI MIEI

Film mitico per tante generazioni di italiani che l’hanno visto e rivisto, e conoscono a memoria alcune memorabili battute, come quella della supercazzola. La vicenda ruota attorno alla forza dei protagonisti in scena e si basa su alcune sequenze su cui spiccano alcune delle famose “zingarate”, cioè il gruppo di amici che parte senza meta con l’obbiettivo esclusivo di combinare qualche burla a danno altrui.

FANTOZZI (Luciano Salce, Paolo Villaggio) - 1975

FANTOZZI

Primo film di una saga di otto pellicole è tratto da due best-seller di Paolo Villaggio che riscossero molta fortuna anche all’estero, soprattutto nell’allora Unione Sovietica. Le molteplici vicende hanno per protagonista il ragioner Ugo Fantozzi, uno sfigato di mezz’età, simbolo grottesco dell’italiano medio, della maggioranza silenziosa, del pavido e represso individuo sottomesso al lavoro e alle umiliazioni sociali che derivano dalla sua inadeguatezza di fronte alle storie che gli si parano davanti.

NOVECENTO (Bernardo Bertolucci) - 1976

NOVECENTO

Novecento è un kolossal italiano (prodotto anche da società americane), diviso in due parti (atti) per permettere la visione adeguata ai canoni delle proiezioni nei cinema di quegli anni. Il cast è impressionante: Robert De Niro, Gerard Depardieu, Stefania Sandrelli, Burt Lancaster, Donald Sutherland, Dominique Sanda, Alida Valli, Stefania Casini, Francesca Bertini, Sterling Hayden, Laura Betti, Romolo Valli, ecc.